MALVASIA FIORE RODARO 2016

DOP FRIULI COLLI ORIENTALI - ETICHETTA FIORE

Varietà MALVASIA 100% (Vitigno Autoctono) Nome del vigneto Romain (collina)
Età del vitigno 13 anni Altitudine MT. 130 s.l.m.
Esposizione Est-Ovest Terreno Flysch di marne e arenarie di origine eocenica chiamata "Ponca"
Forma allevamento Guyot Densità per ceppi 5.500 viti per Ha
Resa per ettaro Produzione per ceppo Kg. 1,5 circa
Epoca vendemmia Metà Settembre Raccolta Manuale
Provenienza uva 100% Vitigni di proprietà Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato
Note Tipo Bianco Secco
Numero bottiglie prodotte 8.700 (0,75 l) Vinificazione Pressatura soffice, il mosto ottenuto viene chiarificato tramite decantazione. Il mosto quindi fermenta a temperatura controllata in recipienti di acciaio Inox
Affinamento Vasca di acciaio per 7-12 mesi Gradazione alcolica 14,5%
Dati tecnici Acidità Totale: 5,26 gr/l – Estratto non riduttore: 22,60 gr/l Temperatura di servizio 12° C
Picco evolutivo 2 anni dalla vendemmia Durata 8 anni dalla vendemmia (o più se si amano i vini evoluti)
Profilo sensoriale La percezione visiva è luminosa vivace esprime un giallo paglierino intenso con riflessi dorati, una luce nel bicchiere che motiva pienamente la ricchezza del suo contenuto. L'ingresso olfattivo è fresco e vibra sul richiamo di sensazioni agrumate dolci. Quasi subito il naso si allarga verso percezioni di frutta candita e matura, con un poderoso innesto di spezie che si profonde lungamente. Una descrizione potrebbe raccontare il ricordo di pera matura, mela, pesca gialla, contornato da sensazioni eleganti di vaniglia, noce moscata e mandorle tostate. Intenso e lungo il profumo introduce ad una ingresso del vino in bocca con una consistenza polposa ed eterea. L'ottima corposità del vino è arricchita da una notevole componente minerale e da una sensibile vena alcolica. L'espressione di calore è altresì bilanciata da rilevanti aromi fruttati che accompagnano il percorso gustativo dall'incipit fino al lunghissimo finale. Un compendio di frutti maturi coerenti con l'espressione olfattiva prevale su componenti speziate dolci che emergono nel retrogusto. L'insieme percepito racconta di un'annata degna di lode per questa varietà.
Abbinamenti La complessità del vino lo pone in accostamento con i piatti più ricchi ed intensi per questa tipologia. Primo su tutti il pesce che potrà essere accostato con successo anche nelle versioni al forno e alla griglia, dai primi succulenti ai crostacei.