FRIULANO FIORE RODARO 2016

DOP FRIULI COLLI ORIENTALI - ETICHETTA FIORE

Varietà FRIULANO 100% (Vitigno Autoctono) Nome del vigneto Romain (collina), Bachet (collina)
Età del vitigno Circa 26 anni Altitudine MT. 130 s.l.m. / MT. 120 s.l.m.
Esposizione Est-Ovest, Sud Terreno Flysch di marne e arenarie di origine eocenica chiamata "Ponca"
Forma allevamento Guyot e Cappuccina Densità per ceppi 5.500 viti per Ha
Resa per ettaro Produzione per ceppo Kg. 1,5 circa
Epoca vendemmia Settembre Raccolta Manuale
Provenienza uva 100% Vitigni di proprietà Metodi di difesa Lotta integrata antiparassitaria ad impatto ambientale controllato
Note Tipo Bianco Secco
Numero bottiglie prodotte 25.000 (0,75 l) Vinificazione Pressatura soffice, il mosto ottenuto viene chiarificato tramite decantazione. Il mosto quindi fermenta a temperatura controllata in recipienti di acciaio Inox
Affinamento Vasca di acciaio per 7-12 mesi Gradazione alcolica 14%
Dati tecnici Acidità Totale: 5,06 gr/l – Estratto non riduttore: 20,40 gr/l Temperatura di servizio 12° C
Picco evolutivo 2-3 anni dalla vendemmia Durata 7 anni dalla vendemmia (o più se si amano i vini evoluti)
Profilo sensoriale L'impressione visiva è luminosa con sfumature dorate a contornare un giallo paglierino brillante. Il naso emerge con vibrazioni verdi che ricordano dolci sensazioni di erbe aromatiche come il Rosmarino, la Santoreggia, l'Erba Luisa e l'ortica. La giovane evoluzione olfattiva del vino ci trasporta come d'incanto su limitare di un orto a fine maggio. Con il tempo emergono decise suadenze odorose dal richiamo di pesca, ananas e mandorla. Arieggiandolo si schiude al degustatore anche una gradevole componente agrumata. Ricca di calore e volume è la bocca. L'incedere viscoso del liquido permette un immediato apprezzamento del carattere minerale congiunto ad una matura espressione fruttata che dal centro della bocca si espande e si trasforma in un lungo finale dolcemente amarognolo di mandorla. Nel complesso questa annata ci propone una forte caratterizzazione varietale arricchita dallo stile e dal terroir con una esuberante freschezza aromatica.
Abbinamenti Poiché molto tipico, si abbina perfettamente alla cucina tradizionale regionale. Sarà perfetto con prosciutto di San Daniele e formaggio Montasio.